Homeschooling

Homeschooling tiziana cristofari figli meravigliosi homeschooling Homeschooling Homeschooling Figli Meravigliosi 300x207

Homeschooling nello Studio di Consulenza Pedagogica

Figli Meravigliosi

Home Teacher like at School

Insegnanti di casa come a scuola

«Fenomeno homeschooling, l’Italia della scuola fai da te: “Dello Stato non ci fidiamo” Un boom partito dagli Stati Uniti che adesso si sta diffondendo rapidamente anche da noi malgrado le difficoltà burocratiche.

In Canada alle famiglie che formano i figli a casa sono garantiti il supporto di un consulente e mille euro di contributi all’anno per ciascun minore. Biblioteche, musei, mostre, teatri offrono ai genitori convenzioni, materiali, progetti appositi e personale formato per la didattica». Fonte: La Stampa 06/02/2017

«Mentre alcuni genitori si occupano interamente dell’istruzione scolastica dei loro figli a casa, integrandola con corsi online, lezioni private di esperti e programmi di arricchimento proposti nella loro comunità, Logan si avvale di un più ampio gruppo d’insegnanti presente nella sua comunità. Se ne avvale insieme a un altro gruppo di ragazzi che vengono istruiti a casa. Alcuni dei nostri insegnanti sono professori di chimica […]. Altri hanno un laurea specialistica in letteratura, per cui ci insegnano a scrivere. Lavoriamo insieme per circa due mesi, con una o due lezioni a settimana». Tratto da: Scuola creativa, Erickson

Ecco perché nasce anche nel nostro studio la possibilità di seguire dei corsi che permetteranno ai vostri figli di svolgere il programma scolastico delle scuole primarie. Ma siamo anche consapevoli che non tutti i genitori si sentono di affrontare il programma scolastico in modo efficace. Soprattutto adesso che è stata introdotta l’obbligatorietà da parte della famiglia che pratica l’homeschooling, di far fare gli esami annuali ai bambini per accedere alla classe successiva e soprattutto per riuscire a superare quello della classe V primaria. 

homeschooling Homeschooling I Numeri vivi Cristofari 300x225

Nel nostro Studio si asseconda la creatività

Ma un’altra motivazione, anche se non prioritaria né esclusiva si trova nel 25% dei bambini in età 6-11 anni di ogni estrazione sociale che vengono diagnosticati con i disturbi dell’apprendimento solo perché spesso non riescono a inserirsi in ambito scolastico o perché hanno difficoltà di relazione con insegnanti non adeguatamente preparati o perché non capaci di proporre una didattica adeguata. (A tal proposito, per chi ne volesse sapere di più, vi suggerisco il libro “Bambini senza DSA: una realtà possibile! Come nascono, si prevengono e si superano i Disturbi Specifici dell’Apprendimento”). 

La questione poco chiara dei disturbi dell’apprendimento (difficoltà dei bambini o incompetenza dei docenti?) porta a conflitti continui tra famiglie e docenti, le prime perché sostengono giustamente che i propri figli non hanno alcun problema cognitivo, i secondi perché il “problema”, di qualunque natura sia, se lo vogliono levare dalla classe scaricando il bambino al logopedista o all’insegnante di sostegno.  

homeschooling Homeschooling Scrivo Tiziana Cristofari 300x225

I nostri bambini non devono annoiarsi nel fare esercizio

Oggi però abbiamo anche un altro problema, l’incertezza per l’apertura della scuola a causa della diffusione del COVID-19 e/o i successivi probabili lockdown anche solo della struttura. Quest’anno più che mai sarà privilegiato chi sceglierà di educare il proprio figlio a casa garantendo molto di più la continuità didattica e la salute dei propri figli. Noi offriamo classi di 2/3 bambini, la certezza del distanziamento fisico e della santificazione della struttura, che saranno necessarie affinché i vostri figli non rimangano indietro nell’attività scolastica.

Le classi che il virus più di tutte penalizzerà sono quelle per la 1^ e 2^ primaria, ovvero quelle per cui il collegamento via internet, in caso di lockdown, creerà grossissime difficoltà. Questa è la motivazione per cui quest’anno, in linea con le nostre politiche educative per non lasciare nessuno indietro, apriremo solo ai bambini dei primi tre anni di scuola, con priorità comunque alla prima e seconda classe, fino a esaurimento posti.

Il nostro studio vuole essere alternativo alla scuola tradizionale; dare opportunità a quei genitori che vogliono occuparsi della formazione dei propri figli, ma non se la sentono di portare avanti il programma ministeriale delle primarie, propedeutico all’ingresso delle scuole statali secondarie di primo grado .

 

homeschooling Homeschooling La geografia giocando Cristofari e1568974880778 225x300

Per noi la geografia è ancora una materia importante

 

C’è tutta una cultura per cui si pensa che sì, in fondo la scuola primaria è solo la prima alfabetizzazione e allora si può fare un po’ come viene, la può insegnare chiunque, perché tutti sanno leggere scrivere e contare.

Questo pensiero è l’errore più grosso che si possa fare, perché il 90% del futuro scolastico del bambino mette radici nei primi anni di scuola.

I primi due anni di scuola sono fondamentali per i bambini: la loro autostima mette radici in questo periodo ma solo se i bambini riescono a lavorare portando avanti serenamente il proprio apprendimento, in caso contrario cominceranno a pensare di non farcela e avranno più difficoltà poi a recuperare: «bisogna imparare a fare il tondo per la a o la o, bisogna imparare a costruire i ricci e i fiocchetti della b, della f, della p o l’h. Bisogna imparare a scriverle separatamente e poi unendole nelle sillabe o trisillabe ricordando la lettera e associandola al suono*». Potrà sembrarvi una sciocchezza insegnare le prime letterine e paroline ai vostri figli, ma se viene sbagliato il metodo e l’approccio, poi avremo bambini con difficoltà di apprendimento. «Bambini che hanno una corretta relazione/didattica con l’insegnante nei primi due anni di scuola primaria, porteranno avanti la stessa fiducia in se stessi che si sono costruiti, anche se gli insegnati successivi non saranno più pienamente all’altezza**». 

* **Tratto da: Cos’è l’educazione e come si educa. Perché si ammalano i bambini. La pedagogia prima della patologia, di Tiziana Cristofari, in corso di stampa.

Questa è la motivazione per cui il nostro Studio ha deciso di dare spazio ai bambini delle classi di prima e seconda in questo periodo del COVID-19, consapevoli che quando questo tempo difficile sarà cessato potranno rientrare tranquillamente in una classe pubblica senza aver interrotto il loro apprendimento e senza dover recuperare le carenze.

Classi 1^ e 2^ primaria, decisive per il rendimento scolastico.

Homeschooling cestini da tavolo homeschooling Homeschooling Cestini da tavolo Cristofari 300x225

Le nostre scrivanie hanno tutte cestini da tavolo

Ai bambini e ai genitori che entreranno nello studio sarà misurata la temperatura con termoscanner.

Sarà obbligatorio entrare nello studio con le mascherine.

Saranno disponibili gel per l’igienizzazione delle mani.

Le nostre scrivanie hanno tutte cestini da tavolo per garantire la massima igiene anche quando i bambini saranno raffreddati. Ogni cestino verrà disinfettato a fine lezione insieme ai locali.

Lo studio vuole garantire il massimo della sicurezza onde evitare interruzioni nel processo di apprendimento dei suoi allievi. L’ampiezza della stanza per le lezioni assicura pienamente la distanza di 2 metri tra i bambini che saranno seduti su tavoli separati.

Oggi la qualità di un insegnamento coincide con la sicurezza.

homeschooling Homeschooling Educazione o cura 300x225

L’attività personalizzata rende facile il percorso didattico

Homeschooling dello Studio è senza zaini, democratica, senza compiti come quelle dei paesi del nord Europa. 

Per bambini dai 6 anni compiuti agli 11 anni.

Si trova a Roma in Via della Magliana, 276

(a 100m dall’Italwagen, in prossimità dell’autostrada Roma-Fiumicino)

La Homeschooling è costruita su un pensiero:

laico, democratico, dinamico, cooperativo.

Per realizzare gli obiettivi alla prevenzione della dispersione scolastica e per la prevenzione ai “disturbi”  dell’apprendimento, la Home Teacher like at School si avvale della teoria e prassi della dr.ssa Tiziana Cristofari

Metodi:

1. La pedagogia e i suoi processi (completamente assente in quasi tutte le scuole);

2. Per l’insegnamento della lingua italiana la dr.ssa Cristofari ha sviluppato un metodo proprio con il quale nessun bambino ha mai incontrato difficoltà nella lettura o nella scrittura. Inoltre i bambini che lei ha preso in carico con problemi di dislessia, disortografia o disgrafia, hanno tutti superato il problema. (Attualmente ci sono alcuni riferimenti al metodo della dottoressa in qualche suo articolo, nei suoi corsi e nel libro Bambini senza DSA: una realtà possibile!).

3. Per l’insegnamento della matematica si avvale della didattica del metodo Bortolato e altri.

4. Per gli insegnamenti e il raggiungimento completo degli obiettivi lettura-scrittura-calcolo, sono indispensabili la specifica teoria e prassi pedagogica della dr.ssa Tiziana Cristofari (reperibile nei suoi scritti).

Se questa pedagogia e didattica porta a ottimi risultati, perché non andarci a prendere anche un po’ del buono e del bello che esiste in altre realtà educative e ottimizzare così tutto il processo scolastico di apprendimento?

Nell’organizzazione di Home Teacher like at School  della Dr.ssa Tiziana Cristofari si trovano anche le realtà educative di seguito descritte.

Homeschooling homeschooling Homeschooling Studio di consulenza pedagogica Tiziana Cristofari 300x126

Le realtà educative che applichiamo:

Metodo parentale: da questo metodo prendiamo le istanze che più ci sono congeniali per ottimizzare il lavoro scolastico educativo.

  1. La piccolissima classe (max 4 bambini), ci permette di ottimizzare la concentrazione, il lavoro e il rendimento;
  2. Ci permette di creare relazioni forti e stabili tra i bambini e le famiglie;
  3. Ci permette di creare un clima senza competizionee di grande cooperazione;
  4. Ci consente di rafforzare il lavoro individuale sui bambini e sulle famiglie che ne fanno richiesta in ambito educativo/pedagogico;
  5. Vi consente di vivervi il territorio con la visita a mostre e musei o in tantissime altre realtà culturali, in modo più libero, più frequente, più produttivo; vi consente di farlo nell’orario settimanale;
  6. Il legame scuola-famiglia è più vero e più stretto, agevolando la relazione genitori-figli, studenti-docenti e docenti-genitori;
  7. Ci permette di concentrare le ore di studio in modo serio e specifico, senza perdita di tempo e senza rimanere incollati al banco per giornate intere. In questo modo rimane il tempo per essere liberi di vivere l’età dell’infanzia giocando, facendo sport e stando in relazione con la famiglia;
  8. Avrete molto più tempo da passare con i vostri figli come se foste in una vera home schooling, ma anche per fare tutto ciò che più vi aggrada, perché la loro formazione matematica-letterale-scientifica la faranno con personale altamente competenti, lasciando a voi il tempo per fare altro: cucina, cucito, la spesa, lavori manuali,  pulizia della casa, tutto con l’aiuto dei vostri figli e senza il timore di trascurare la loro alfabetizzazione; ma anche e soprattutto insegnando loro la collaborazione e cooperazione familiare che è alla basa di un buon rapporto educativo e di una vita di relazione;
  9. Per tutte quelle famiglie che vorrebbero fare l’homeschooling ma non se la sentono di formare didatticamente i loro figli sulle materie scolastiche;
  10. Ma anche per avere del tempo per sé per fare sport, leggere in solitudine, andare dal parrucchiere, regalarsi del tempo con le amiche (tempo utile e indispensabile per la propria soddisfazione personale che non può e non deve mancare nella vita di una persona); degli spazi insomma di indipendenza dai figli per il tempo legato allo studio presso di noi;
  11. Altra cosa fondamentale da tenere presente è la possibilità di fare gruppo per i bambini (seppur piccolo) con la nostra organizzazione, che la vera homeschooling non può offrire, mentre la cooperazione e partecipazione elle attività didattiche collettive permette;
  12. Inoltre per ogni bambino ci sarà orario e programma personalizzato, affinché si possa ottimizzare un curriculum scolastico specifico sulla personalità e l’individualità del bambino.

Metodi didattici in uso nel Nord Europa (di cui qualche cosa anche in Italia): tutti sanno che gli studenti del Nord Europa (Danimarca, Norvegia) sono i migliori studenti e che i danesi da qarant’anni sono il popolo più felice grazie alla modalità con cui crescono i loro figli. Da qui perché non mettere in pratica quanto possono insegnarci e che la dr.ssa Cristofari già proprone ai sui studenti con ottimi risultati?

Pertanto la Home Teacher like at School si propone di organizzare il proprio lavoro in questo modo:

  1. Orario corto: da 2 ore a 3 ore ore al giorno di lezione; studi recenti hanno dimostrato che dopo tre ore di lavoro il rendimento cala sensibilmente e la capacità cognitiva ne risente rallentando il processo di apprendimento. L’orario inoltre, è pensato per evitare il traffico della mattina e della sera. QUANTE ORE AL GIORNO PER FARE HOMESCHOOLING;
  2. Niente compiti: lo studio e l’esercizio si fa a scuola; il restante tempo è fatto per lo sport, il gioco e la relazione in famiglia;
  3. Niente zaino: non dovendo fare i compiti a casa, il materiale resta sempre in classe e la schiena ci guadagna (anche quella di mamma e papà);
  4. Niente sorprese a colloquio con i docenti: per il rendimento scolastico ci si confronta con lo studente prima ancora che con la famiglia;
  5. Niente banchi stile dittatura: la classe non ha la disposizione classica dei banchi uno avanti all’altro, ma una disposizione democratica dove ci si guarda tutti in faccia;
  6. Niente voti: che denigrano, avviliscono, mortificano, creano competizione e tolgono l’autostima; si punta molto sulla cooperazione e partecipazione dell’allievo anziché sulla competizione;
  7. Niente timore: troppo spesso ancora si usa alzare la voce e minacciare da parte degli insegnanti per ottenere ciò che si vuole. I bambini con la dr.ssa Cristofari non hanno mai paura e si dispiacciono quando la lezione è finita.
  8. Niente regole imposte dall’alto: le regole le stabiliscono i bambini. Una scuola che non impone, né coercizza, è democratica e per questo pronta a puntare sulla capacità di autoregolazione e competenza dei propri studenti;
  9. Niente obiettivi istituzionali e rigidi: studenti e insegnanti insieme stabiliscono gli obiettivi di ciascun alunno in base alle singole capacità e individualità. Due volte l’anno, insieme, si verificano i progressi;
  10. Niente individualismi: si fanno molti progetti di gruppo. Il gruppo incoraggia a imparare e ad aiutare gli altri, a impagnarsi nel lavoro di squadra e nella costruzione del gruppo. Gli insegnanti incoraggiano all’umiltà i bambini più bravi perché siano empatici e si preoccupino degli altri (cooperazione e sviluppo).

La Home Teacher like at School si prefigge non solo di impedire l’insorgenza dei problemi dell’apprendimento, ma anche e soprattutto di arrivare alla classe 5^ con il massimo del rendimento e con tutte le competenze richieste della scuola statale.

I nostri bambini non avranno nulla di meno di quelli frequentanti la scuola statale, ma anzi avranno l’opportunità, grazie alle piccolissime classi, di arrivare all’ultimo anno di primaria con una preparazione eccellente.

Homeschooling Cristofari homeschooling Homeschooling Homeschooling Tiziana Cristofari 300x121

La Home Teacher like at School dello Studio di Consulenza Pedagogica Figli Meravigliosi  segue il metodo della Dr.ssa Tiziana Cristofari, che pone un’attenzione specifica alle relazioni umane, ovvero si tengono in considerazione le dinamiche affettive ed emotive dei bambini, le attitudini cognitive ed espressive, stimolandole e incentivandole nella loro unicità e individualità. Il suo metodo ha permesso a tantissimi bambini di superare diagnosi e certificazioni di dislessia, discalculia e ADHD.

Docente per le attività didattiche: 
Dr.ssa Tiziana Cristofari
Dr.ssa Antonella Manfredi

Orario: 3 giorni a settimana tra LUNEDI’, MARTEDI’, MERCOLEDI’ e GIOVEDI’ da 2 ore a 3 ore ore per le classi 4^ e 5^articolati tra mattina  e  pomeriggio  il VENERDI’ non c’è lezione.

I riferimenti alle ore sono solo per lo studio effettivo. Le giornate di studio a mostre e musei o altro, le potrete organizzare in autonomia con gli altri genitori.

Il contributo alla Homeschooling dello Studio:

  • L’iscrizione annuale è € 200,00; 
  • La retta mensile per l’anno scolastico 2020/2021 è di € 350,00 da pagare entro il 5 di ogni mese.​ (Nota bene: le ore potrebbero sembrarti poche ma solo con 2 o 3 bambini è quasi come fare lezione individuale, il rendimento è massimo e personalizzato e il bambino è VERAMENTE al centro del suo percorso formativo. Il programma ministeriale prevede che ci siano 15 ore complessive di italiano e matematica a settimana per le classi 1^ e 2^ primaria. Se dividiamo le 15 ore per 25 bambini ne risulta che l’insegnante si intrattiene con ogni bambino per 0.6 minuti a settimana; mentre con una classe di 3 bambini e un totale di 6 ore a settimana, ne risulta che l’insegnante dedicherà 2 ore per ogni bambino e questo fa una enorme differenza per il rendimento). Leggi l’articolo: QUANTE ORE AL GIORNO PER FARE HOMESCHOOLING

I materiali didattici NON sono inclusi nel contributo mensile.

I giorni di chiusura sono regolati come da calendario scolastico statale.

Cosa offre la Homeschooling dello studio:

  • Innanzitutto una docente altamente qualificata per titolo di studio ed esperienza, che seguirà vostr@ figli@ (suggeriamo di diffidare di ogni laureato non di settore che si qualifica come docente per le scuole primarie);
  • un costo molto basso per lezioni se considerate che il prezzo è € 14,00 l’ora lorde nel mese di 4 settimane e che scende a € 11,00 lorde per il mese di 5 settimane;
  • un’ottima preparazione per i nostri allievi;
  • una metodologia incentrata sulle potenzialità del bambino/a e sul suo sviluppo individuale;
  • una cultura laica e il rispetto per ogni religione di appartenenza; cultura democratica e cooperativa;
  • una consulenza costante e individuale alla famiglia fuori dall’orario scolastico e su appuntamento anche telefonico con la Pedagogista Dr.ssa Tiziana Cristofari
  • docenti che sanno ascoltare, capire e agire con molta dolcezza, senza urlare;
  • essendo una piccola realtà i bambini sono seguiti meglio e con una didattica individuale;
  • una realtà in cui la/il bambin@ può trovare tutta la tranquillità di cui necessita;
  • una didattica che libera il pensiero e la voglia di fare e soprattutto la creatività;
  • una scuola con i colori specifici alle pareti per poter rendere al meglio: giallo, per aiutare la concentrazione e la socievolezza; arancione, per donare allegria, serenità, entusiasmo e aumentare l’ottimismo; blu, come antistress, per rilassarsi e donare calma;
  • una scuola affrescata con materiali di pittura e mobilio di ottima fattura per una sana qualità dell’aria;
  • una scuola in cui ci si ammala meno perché il personale fa molta attenzione al cambio dell’aria, alla pulizia dei locali e alla pulizia delle mani dei bambini;

MA SOPRATTUTTO:

  • figli felici di imparare… perché: “educare si sostanzia in un’azione spontanea, che nasce da una relazione dialogica, attraverso la mediazione dell’ambiente: senza riempire, né plasmare, ma esclusivamente liberando ogni possibile specificità, attitudine, talento” (F. Codello 2005).

Homeschooling homeschooling Homeschooling Homeschooling tiziana cristofari 300x88

Dove si impara senza desiderio si disimpara a desiderare – Raoul Vaneigem-

È per questo che uno dei servizi dello Studio di Consulenza Pedagogica destinato per la crescita dei vostri figli è la Homeschooling… Seguici sulla nostra pagina Facebook!

Per saperne di più e orientarvi a livello normativo vi invitiamo a consultare il libro Homeschooling. L’educazione parentale in Italia di Erika Di Martino e anche i siti:   Controscuola    ed    Educazione Parentale

Vi segnaliamo inoltre il sito del L’Associazione Istruzione Familiare (LAIF).